fbpx

Se pensavi di aver chiuso definitivamente con le autocertificazioni, ti sbagliavi! Se hai prenotato una vacanza in barca o stai pensando di salpare sulle coste italiane, ti toccherà passare al vaglio di un modulo obbligatorio per navigare in mare.

La Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria ha emanato una circolare che prevede la compilazione di un modulo obbligatorio per navigare in mare per più di 6 ore.

Da qui fino al termine dell’emergenza coronavirus, gli armatori dovranno seguire una serie di norme per rendere più sicura la navigazione in mare.

Questa volta l’organo direttivo del Ministero della Salute ha stabilito che i comandanti delle unità da diporto inferiore ai 24 metri, quindi anche gli armatori, provenienti da porti italiani ed europei e reduci da più di 6 ore di navigazione, devono compilare la cosiddetta “Dichiarazione Marittima di Sanità per il Diporto”.

Il modulo obbligatorio per navigare in mare

Questa modulo obbligatorio per la navigazione deve essere trasmesso via mail, o con altro mezzo, all’Ufficio di Sanità Marittima, Area e di Frontiera competente.

Dalle prime informazioni sembra che il modulo obbligatorio per navigare può essere anche inviato al porto d’arrivo.

Quest’ultimo provvederà immediatamente a trasmetterlo all’USMAF (Ufficio di Sanità Marittima, Area e di Frontiera).

In ogni caso, questa situazione toccherà tutti in vista delle vacanze estive in barca.

In questo modulo obbligatorio l’armatore deve dichiarare che i passeggeri e i membri dell’equipaggio godono di buona salute e che nessuno di loro, negli ultimi 14 giorni, ha avuto contatti con persone positive al Covid-19 o manifestato sintomi riconducibili al virus.

Inoltre bisogna dichiarare se i passeggeri e i membri dell’equipaggio sono a bordo da più di 14 giorni, e se provengono dall’Italia o da altro Paese appartenente all’Unione Europea.

Tra questi paesi sono compresi anche Regno Unito, Principato di Monaco, Andorra, Repubblica di San Marino, Stato Città del Vaticano e Svizzera.

Navigare in sicurezza

Nel modulo obbligatorio per navigare in mare, il comandante deve garantire che a bordo vengano adottate tutte le procedure straordinarie di igiene e di sanificazione.

Nei limiti del possibile, devono essere rispettate le regole del distanziamento sociale, laddove i membri dell’equipaggio non appartengono allo stesso nucleo familiare.

Coronavirus: modulo obbligatorio per navigare in mare

Il locatore ha l’obbligo di sanificare l’ambiente della barca prima e dopo di ogni utilizzo.

La sanificazione è prevista anche solo per la locazione a ore o giornaliera. La stessa imbarcazione deve essere provvista di prodotti igienizzanti e cartellonistica informativa sulle regole da adottare a bordo.

L’equipaggio deve inoltre sottoporsi preventivamente e periodicamente al test di positività Covid-19, e conservarne l’esito a bordo.

Il controllo della temperatura corporea deve essere effettuata a tutti i presenti almeno una volta al giorno.

Il valore della temperatura rilevato deve essere annotato su un apposito registro e comunicato nel caso in cui la temperatura è uguale o superiore a 37,5°C.

Se l’armatore ha risposto “sì” a tutte le domande del questionario, la sua imbarcazione è da considerarsi in Libera Pratica Sanitaria.

L’armatore stesso deve impegnarsi a comunicare all’Ufficio di Sanità Marittima, Area e di Frontiera ogni eventuale variazione dello stato di salute delle persone presenti a bordo, come febbre, tosse o ricoveri in ospedale per qualsiasi causa.

Qualora invece abbia risposto “no” ad almeno una delle domande del modulo obbligatorio per navigare, il comandante, prima di arrivare in porto, deve avvertire l’UFSMAF, che deciderà se rilasciare o meno il nulla osta per lo sbarco.

Modulo obbligatorio per la Libera Pratica Sanitaria

La Libera Pratica è un documento rilasciato dalla capitaneria del porto di arrivo in cui si dichiara che l’equipaggio è in perfette condizioni di salute e quindi ha il permesso di ormeggiare e sbarcare.

Il rilascio della Libera Pratica, detta più precisamente Libera Pratica Sanitaria (LPS), alle navi e alle imbarcazioni in arrivo nei porti nazionali autorizza la nave o l’imbarcazione stessa a iniziare tutte le operazioni di sbarco e imbarco di passeggeri e di tipo commerciale.

La Libera Pratica deve essere richiesta da tutte le navi o le imbarcazioni in approdo nei porti nazionali provenienti da Paesi che non fanno parte dell’Unione Europea, provenienti da Paesi sottoposti a ordinanza sanitaria e di qualsiasi provenienza per giustificati motivi di carattere sanitario.

Quando sembrava quasi che l’era dell’autocertificazione fosse ormai remota, ecco che gli armatori abituati a navigare per miglia e miglia devono nuovamente armarsi di carta e penna, spuntando più “sì” possibili. E incrociando le dita…

Estate 2020 in barca

Ma, modulo obbligatorio per la navigazione a parte, se avete il desiderio di trascorrere un’estate in barca, affrettatevi a prenotare.

Sembra proprio che il charter nautico in questo periodo è un’alternativa valida, economica e sicura al turismo tradizionale.

Barche a vela, catamarani, barche a motore, yacht e gommoni: ad ognuno il suo mezzo da mare per una vacanza sull’onda in massima sicurezza. Che sia a vele spiegate o motori accesi, Letyourboat rende la navigazione accessibile a tutti, offrendo esperienze sicure e in norma a prova di pandemia.

Del resto, il mare resta il luogo più sicuro dal contagio.  Nessuno potrà impedire ai viaggiatori amanti del mare di salpare a bordo di uno yacht, di una barca a vela o di un catamarano. La voglia di respirare il profumo del mare e della libertà è tanta.

Modulo obbligatorio per la navigazione

Tutto questo verrà agevolato dalla varietà dei servizi e delle esperienze offerte. Non sarà difficile scegliere la propria imbarcazione a seconda di budget, esigenze, numero di passeggeri e voglia di scoperta delle coste italiane.

Per ogni mezzo infatti Letyourboat  ispira le mete e le vacanze degli italiani accostando tutte le soluzioni possibili.

Le barche a vela, i catamarani, le barche a motore, yacht e i gommoni sono affiancate alle più belle località balneari della penisola.

Qui sarà possibile riscoprire il turismo made in italy, le spiagge più belle d’Italia, i panorami mozzafiato e le acque cristalline.

La voglia di partire per una vacanza in barca con tutte le attuali normative vigenti si fa sempre più forte. Siamo di fronte a un turismo estivo fatto di consapevolezza.

Vivere una vacanza in barca in totale tranquillità, rispettando le norme sono l’unica alternativa possibile per vivere un’estate sicura ma allo stesso tempo indimenticabile.

Write A Comment